La Nostra Autoscuola

    Qualcosa si sta muovendo

    Condividere

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Ven 10 Lug 2009 - 8:51

    Pare che ci stiano lavorando, speriamo che non si fermino per strada.

    http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=365317

    marfi
    Neopatentato
    Neopatentato

    Maschile
    Numero di messaggi : 25
    Età : 35
    Località : napoli
    Occupazione/Hobby : vvv
    Data d'iscrizione : 24.06.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da marfi il Ven 10 Lug 2009 - 10:40

    GUIDA SICURA AVANZATA


    Nei lavori di modifica del Codice della Strada è stato approvato un ulteriore emendamento che introduce, per
    la prima volta in modo organico, i cosiddetti corsi di guida sicura, che con l’occasione vengono battezzati “di guida
    sicura avanzata”. Ci sembra che il Relatore, On.le Silvano Moffa, partendo dalle proposte avanzate dagli On.li Brugger, Zeller e Montagnoli, abbia fatto un ottimo lavoro d’impianto, per arrivare al risultato finale di una regolamentazione complessiva di questo tipo di formazione complementare, evitando che ciascuno sia referente di se stesso.
    Proprio nell’ottica di imprimere nuova spinta al modello formativo congiunto di guida sicura avanzata, nonchè
    alle altre opportunità di fattiva sinergia per i migliori livelli di qualità didattica, compreso l’utilizzo di simulatori di alta
    qualità nei corsi rivolti ai conducenti professionali, è stata firmata la scorsa settimana una nuova convenzione con ASCQuattroruote che allarga lo scenario d’intervento

    2-bis Con decreto del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, sulla base delle risultanze di una
    apposita attività di studio e di sperimentazione, sono disciplinati i corsi di guida sicura avanzata,
    con particolare riferimento ai requisiti di idoneità dei soggetti che tengono i corsi, ai relativi
    programmi, ai requisiti di professionalità dei docenti e di idoneità delle attrezzature. Sono altresì
    individuate le disposizioni del codice della strada, di cui al decreto legislativo n. 285 del 1992, che
    prevedono la decurtazione di punteggio relativamente alla patente di guida per le quali la frequenza
    dei corsi di guida sicura avanzata è utile al recupero fino ad un massimo di cinque punti.


    CODICE DELLA STRADA


    Prosegue a ritmo veramente serrato l’attività parlamentare di modifica alle norme del Codice
    della strada, con un impegno innovativo che richiederà da parte nostra un’operazione di analisi e di
    studio di grande rilievo per il corretto aggiornamento delle conoscenze in materia.
    Siamo in attesa della pubblicazione del cosiddetto “decreto sicurezza”, d’iniziativa del Ministro
    Maroni, che ha introdotto nel sistema sanzionatorio i principi ritenuti utili al rafforzamento della
    sicurezza pubblica anche in relazione alla circolazione dei veicoli. Le principali misure approvate
    sono:
    - estensione al certificato d’idoneità alla guida dei ciclomotori delle sanzioni amministrative
    accessorie previste per la patente ( ritiro, sospensione, revoca e, in alcuni casi, revisione);
    - estensione della disciplina della patente a punti anche al CIGC;
    - sanzioni più pesanti per le ipotesi di guida in stato di ebbrezza;
    - anticipazione al 30 settembre 2009 della data limite di accettabilità dei certificati medici per
    il conseguimento del CIGC rilasciati dai medici di base;
    - disciplina più rigida in ordine ai requisiti morali per il conseguimento della patente e del
    CIGC.
    Sul fronte dei lavori per l’approvazione alla Camera dei Deputati del disegno di legge in materia
    di sicurezza stradale sono state discusse e votate ieri le principali proposte emendative al testo che
    la Commissione trasporti aveva deliberato, si tratta di approvazione provvisoria in quanto le stesse
    dovranno essere sottoposte al vaglio delle altre Commissioni competenti, ma in linea di principio
    possiamo considerarle consolidate. Resta ferma naturalmente la possibilità che in sede di esame al
    Senato ci siano ulteriori interventi di modifica.
    Allo stato attuale i contenuti sui quali è stato espresso voto favorevole, quelli che coinvolgono la
    nostra attività, sono:
    - modifica del programma di teoria per il conseguimento del CIGC con la previsione di
    un’ulteriore lezione sul funzionamento del ciclomotore in caso di emergenza;
    - introduzione della formazione e dell’esame pratico per il rilascio del CIGC;
    - attribuzione alle autoscuole, nonché altri soggetti autorizzati dal Ministero delle
    infrastrutture e dei trasporti, della competenza ad organizzare i corsi di formazione iniziale e
    periodica per insegnanti e istruttori;
    - conferma dell’età minima di 17 anni e del previo possesso della patente A1 per la guida
    accompagnata.
    Queste ultime decisioni vanno ad aggiungersi a quelle già precedentemente assunte in materia di
    rilascio del foglio rosa solo dopo il superamento dell’esame di teoria, di obbligo di esercitazione
    pratica in autoscuola per la guida notturna e su strade extraurbane, di regolamentazione dell’attività
    delle Province in materia di DIA, di disciplina efficace dei provvedimenti di revisione e
    sospensione della patente, ecc

    Carmageddon
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 778
    Età : 44
    Località : Treviso
    Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da Carmageddon il Ven 10 Lug 2009 - 12:23

    Io son d'accordo su tutto, tranne la guida accompagnata e i 17 anni: per me la patente B andrebbe riportata a 21 anni, come una volta.

    mastrolindo
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Maschile
    Numero di messaggi : 127
    Età : 44
    Località : veneto
    Occupazione/Hobby : mtb,ciclismo,legno
    Data d'iscrizione : 27.04.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mastrolindo il Ven 10 Lug 2009 - 12:41

    Caro marfi cita almeno la fonte se lo trascrivi pari pari ...
    Lo avevo già indicato in vari post che presso l’ IX commissione è in fase avanzata una modifica al codice della strada. Ri preciso che le modifiche avvengono in sede legislativa, i nuovi emendamenti dovranno essere approvati dalla Commissione stessa, dovranno poi passare alle varie Commissioni di competenza per poi ritornare presso l’IX Commissione Trasporti che dovrà valutare le indicazioni e le modifiche richieste dalle altre Commissioni e approvare la legge.
    Una volta approvata non ci sarà la necessità di un ulteriore passaggio in parlamento ma potrà andare direttamente al Senato, il quale raccolta la palla deciderà cosa fare se non ci saranno modifiche e approverà le nuove normative finalmente diventeranno legge, altrimenti ricomincia il famoso “palleggio”.
    Ma non basta… il Governo oltre ad aver appena approvato, con voto di fiducia, il Decreto “sicurezza” nel quale sono contenute diverse modifiche al CDS alcune delle quali saranno nuovamente modificate dalle modifiche presenti nella legge in via di approvazione presso la Commissione trasporti, ha intenzione di richiedere la delega alla modifica strutturale e complessiva del codice della strada ….
    Chissà a questo punto cosa succederà, di solito ,quando c’è questa confusione, nulla. Però abbiamo dalla nostra, e non è poco, la quasi unanimità delle modifiche presso la Commissione trasporti tanto che è riuscita, per questo motivo, a richiedere la via legislativa.
    Ricordo che le modifiche sono le stesse che si trascinano dalla vecchia legislatura.
    ciao
    Commisione trasporti

    mony
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Femminile
    Numero di messaggi : 100
    Età : 44
    Località : sardegna
    Occupazione/Hobby : insegnante
    Umore : ottimo
    Data d'iscrizione : 24.06.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mony il Lun 13 Lug 2009 - 18:41

    conferma dell’età minima di 17 anni e del previo possesso della patente A1 per la guida
    accompagnata.

    Non sono daccordo:
    --- questa è una norma "anti donna". Quante sono le ragazze che prendono le pat. A?
    ed i disabili dove li mettiamo e?

    mastrolindo
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Maschile
    Numero di messaggi : 127
    Età : 44
    Località : veneto
    Occupazione/Hobby : mtb,ciclismo,legno
    Data d'iscrizione : 27.04.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mastrolindo il Lun 13 Lug 2009 - 19:25

    mony ha scritto:conferma dell’età minima di 17 anni e del previo possesso della patente A1 per la guida
    accompagnata.

    Non sono daccordo:
    --- questa è una norma "anti donna". Quante sono le ragazze che prendono le pat. A?
    ed i disabili dove li mettiamo e?
    Anti donna mmmmmm.. non sono d'accordo se vogliono possono e in tanti casi anche meglio dei maschietti ma sui disbili sono in perfetta sintonia.
    haloa

    mony
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Femminile
    Numero di messaggi : 100
    Età : 44
    Località : sardegna
    Occupazione/Hobby : insegnante
    Umore : ottimo
    Data d'iscrizione : 24.06.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mony il Lun 13 Lug 2009 - 20:48

    Io non ho detto che non possono, ma devi riconoscere che son poche le donne che prendono la patente A, devi riconoscere che è un'assurda costrizione e mi viene il dubbio che non sia una norma fatta per aiudare qualche casa costruttrice di motoveicoli.

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Mar 14 Lug 2009 - 9:11

    Se davvero dal 2010 l'educazione stradale, sarà materia istituzionale ed obbligatoria nelle scuole, credo che si possa addirittura fargli conseuire direttamente l'esame di teoria a livello scolastico, sarebbe una giusta e logica conseguenza, per poi poter richiedere il foglio rosa direttamente e rivolgersi alle autoscuole, che a questo punto si occuperebbero quasi esclusivamente della guida.

    Sul fatto che il foglio rosa verrebbe rilasciato solo dopo l'esame esame di teoria, secondo me porterà ad uno sconvolgimento del nostro lavoro, ci saranno periodi di estremo affollamento di persone che devono guidare ed altri di estrema calma.


    Non sono d'accordo sul principio del rilascio del FR a 17 anni, ma non sulla paventata ingiustizia nei confronti delle donne, non esiste affatto.
    Le persone vengono messe in condizioni di poterne fruire indipendentemente dal loro sesso, poi se farlo o no, è una libera scelta.

    Non vedo neanche nulla di male anche nei confronti dei poveri disabili, ai quali viene di fatto precluso (per ovvie ragioni) il diritto di potere anch'essi cominciare a guidare a 17 anni, non potendo conseguire la patente A, con tutta la solidarietà non vedo alcuna forma di ingiustizia terrena, per il semlice fatto che purtroppo non vi possono accedere, ma non perchè viene a loro negato.
    Non vedo dolo o ingiustizia nei loro confronti da parte di chi ha partorito questa proposta di legge, a prescindere dalla sua utilità, sulla quale non sono d'accordo.

    Carmageddon
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 778
    Età : 44
    Località : Treviso
    Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da Carmageddon il Mar 14 Lug 2009 - 13:07

    - conferma dell’età minima di 17 anni e del previo possesso della patente A1 per la guida
    accompagnata.

    Ma perché, riguardo la guida accompagnata, parlate di ingiustizia per chi non ha la A (le donne) quando lì io leggo A1? la A1 è già compresa nella B!! Ancora una volta quindi non ho capito: c'è un errore da qualche parte? Vogliono la A1 o A3? Lì nel quote io leggo A1, e anche nell'altro post!

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Mar 14 Lug 2009 - 14:12

    Alcuni quotidiani parlano addirittura di patentino per ciclomotore, le notizie sono ancora inesatte e non confermate, ma io credo si tratti della A1, che poi è l'unica possibile prima dei 18 anni. In pratica se non hai necessità di guidare la 125 a 16 anni, diventa inutile in quanto già comtemplata nella B, quindi è solo per poter avere la possibilità di avere il FR a 17 anni e basta.

    MaNdRy76
    Admin
    Admin

    Maschile
    Numero di messaggi : 516
    Età : 40
    Località : Campi Bisenzio Firenze
    Occupazione/Hobby : Insegnante Istruttore di guida e Consulente Automobilistico.... Hobby Pilota Aereo Ulm Biposto, Tecnologia in generale,
    Umore : Dipende... tipicamente stabile
    Data d'iscrizione : 28.01.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da MaNdRy76 il Mar 14 Lug 2009 - 14:29

    Per fare la guida accompagnata a 17 anni ci vuole la cat A1

    mony
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Femminile
    Numero di messaggi : 100
    Età : 44
    Località : sardegna
    Occupazione/Hobby : insegnante
    Umore : ottimo
    Data d'iscrizione : 24.06.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mony il Mar 14 Lug 2009 - 18:20

    Allora vediamo di fare un poco di chiarezza:
    Prima di tutto le norme sopra esposte da mastrolindo non sono ancora definitive, devono essere approvate dal senato e se vengono approvate senza modifiche diventano legge altrimenti tornano al parlamento.

    Secondo punto: chi possiede la patente B puo' guidare motocicli con cilindrata max 125 o 11 kw, ma ciò non significa avere la patente A1 che pure abilita alla guida dei motocicli sopra nominati.

    Se uno ha la patente b non se ne fa nulla della patente A1, è ovvio!

    Questa norma è stata fatta, secondo il mio parere, per far sì che le autoscuole abbiano un maggiore introito con le patenti A, infatti queste sono di gran lunga in minoranza rispetto alle B, per aver prova di ciò che dico basta dare uno sguardo agli studi di settore delle autoscule.

    Inoltre ribadisco che è una norma discriminante per le ragazze, non perchè non siano in grado di prender la pata A1, ma perchè spesso non sono interessate a guidare una moto.

    Per quel che riguarda i disabili, ancora peggio, essi con un autoveicolo adattato potrebbero esercitarsi alla guida, con una moto è veramente improbabile.

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Mer 15 Lug 2009 - 10:01

    mony ha scritto:Allora vediamo di fare un poco di chiarezza:.

    Appunto.

    mony ha scritto:Prima di tutto le norme sopra esposte da mastrolindo non sono ancora definitive, devono essere approvate dal senato e se vengono approvate senza modifiche diventano legge altrimenti tornano al parlamento.

    Questo è l'iter che deve seguire una legge prima di essere appovata e diventare esecutiva e questo lo sappiamo tutti.

    mony ha scritto:125 o 11 kw,.


    Sbagliato.
    Detta così significa che il motociclo deve avere una cilindrata di max 125 cc., oppure max 11kw di potenza.
    Invece le due caratteristiche deve averle entrambi Max 125cc. e max 11kw di potenza.(non è la stessa cosa)

    mony ha scritto:Se uno ha la patente b non se ne fa nulla della patente A1, è ovvio!
    E naturale dato che nella B è compresa l'A1, ma se il motociclo vuoi guidarlo a 16 anni, devi farla per forza, altrimenti devi aspettare ai 18 per prendere la B.

    mony ha scritto:Questa norma è stata fatta, secondo il mio parere, per far sì che le autoscuole abbiano un maggiore introito con le patenti A,

    Forse volevi dire A1 ?


    mony ha scritto:Inoltre ribadisco che è una norma discriminante per le ragazze, non perchè non siano in grado di prender la pata A1, ma perchè spesso non sono interessate a guidare una moto.

    Ho capito il concetto, allora a me che non piace il calcioe quindi sono disinteressato, dovrei sentirmi discriminato quando alla televisione trasmettono le partite?

    mony ha scritto:Per quel che riguarda i disabili, ancora peggio, essi con un autoveicolo adattato potrebbero esercitarsi alla guida, con una moto è veramente improbabile.

    Vuol dire che aspetterà a 18 anni il disabile, questa domanda la devi porre al Padre Eterno, non viene mica discriminato scusa.........ma se lui non puo usufruire di questo vantaggio che offre la guida accompagnata, perchè non puo prendere al patente A1 per evidenti ragioni, per quale motivo non deve poterlo fare nessuno?

    marfi
    Neopatentato
    Neopatentato

    Maschile
    Numero di messaggi : 25
    Età : 35
    Località : napoli
    Occupazione/Hobby : vvv
    Data d'iscrizione : 24.06.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da marfi il Mer 15 Lug 2009 - 11:28

    ..In verità non ricordo bene quando e dove, ma ho sentito o letto da qualche parte che si è discusso su eventuali modifiche proprio dal punto di vista costruttivo delle 2 ruote e fu messa in evidenza proprio la difficoltà a cui andrebbero le donne guidando mezzi per loro un po troppo pesanti.
    I particolari non li ricordo, ma vi assicuro che c'hanno pensato!

    mastrolindo
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Maschile
    Numero di messaggi : 127
    Età : 44
    Località : veneto
    Occupazione/Hobby : mtb,ciclismo,legno
    Data d'iscrizione : 27.04.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mastrolindo il Mer 15 Lug 2009 - 16:41

    quote="zafira"]
    mony ha scritto:Allora vediamo di fare un poco di chiarezza:.

    Appunto.

    mony ha scritto:Prima di tutto le norme sopra esposte da mastrolindo non sono ancora definitive, devono essere approvate dal senato e se vengono approvate senza modifiche diventano legge altrimenti tornano al parlamento.

    Questo è l'iter che deve seguire una legge prima di essere appovata e diventare esecutiva e questo lo sappiamo tutti.
    Non è così in questo caso la norma verrà approvata di rettamente dalla Comissione Trasporti senza passare per l'aula parlamentare. Il procedemento si dice "Legislativo" era un metodo instaurato nel periodo fascista al fine di esusterare il parlamento e far passare solo le leggi che al regime interessavano. Da allora è stato utilizzato pochissime volte una delle quali è questa. Non è detto poi che al Senato non sio segui lo stesso iter ... chi vivrà vedrà


    mony ha scritto:Se uno ha la patente b non se ne fa nulla della patente A1, è ovvio!
    E naturale dato che nella B è compresa l'A1, ma se il motociclo vuoi guidarlo a 16 anni, devi farla per forza, altrimenti devi aspettare ai 18 per prendere la B.

    mony ha scritto:Questa norma è stata fatta, secondo il mio parere, per far sì che le autoscuole abbiano un maggiore introito con le patenti A,

    Forse volevi dire A1 ? Il motivo ufficiale è che chi circola su strada se pur accompagnanato deve conoscere le norme per poterle applicare. Il metodo migliore per saperle dopo aver studiato è applicarle sul campo. Da qui il possesso di pat. A1 più un anno di esperienza.... Io personalmente trovo comunque che i 16 o 17 se volete anni sono troppo pochi per condure un veicolo ... c'è poi un pericolo che i governi sucessivi spinti dalla voglia di apparire, portino proprio la patente a 16 anni ... comunque la GA è applicata in diversi paesi europei e dicono con buoni risultati ....


    mony ha scritto:Inoltre ribadisco che è una norma discriminante per le ragazze, non perchè non siano in grado di prender la pata A1, ma perchè spesso non sono interessate a guidare una moto.

    Ho capito il concetto, allora a me che non piace il calcioe quindi sono disinteressato, dovrei sentirmi discriminato quando alla televisione trasmettono le partite?
    non trovo clazante l'esempio ma quoto il principio

    mony ha scritto:Per quel che riguarda i disabili, ancora peggio, essi con un autoveicolo adattato potrebbero esercitarsi alla guida, con una moto è veramente improbabile.

    Vuol dire che aspetterà a 18 anni il disabile, questa domanda la devi porre al Padre Eterno, non viene mica discriminato scusa.........ma se lui non puo usufruire di questo vantaggio che offre la guida accompagnata, perchè non puo prendere al patente A1 per evidenti ragioni, per quale motivo non deve poterlo fare nessuno?[/quote]

    con questa non sono assolutamente daccordo, anzi la trovo .... diciamo innoportuna, per non dire peggio. Ha un che di rupe “Tarpea” dell'antica Grecia. Secondo il mio parere devono trovare una soluzione anche per chi non può fisicamente conseguire la patente di categoria A1, vuoi sotituendolo con un corso ad ok o con qualcos'altro. Il veicolo per loro non è un semplice oggetto di trasporto o di divertimento, ma è anche una "protesi" che gli consente di poter vivere nella collettività senza essere pese a nessuno.
    zafira ha scritto: credo che si possa addirittura fargli conseuire direttamente l'esame di teoria a livello scolastico, sarebbe una giusta e logica conseguenza, per poi poter richiedere il foglio rosa direttamente e rivolgersi alle autoscuole, che a questo punto si occuperebbero quasi esclusivamente della guida.
    Mi auguro proprio di no! Non sò se ai visto le statistiche nazionali sugli esami dei cig, sugli incidenti dei cig e delle moto dacci un occhio. I risultati delle scuole pubbliche in questo settore sono a dir poco pessimi e per fortuna che i quiz del cig sono una emerita stupitada.
    ciao

    mony
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Femminile
    Numero di messaggi : 100
    Età : 44
    Località : sardegna
    Occupazione/Hobby : insegnante
    Umore : ottimo
    Data d'iscrizione : 24.06.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mony il Mer 15 Lug 2009 - 17:37

    Mi dispiace cari machietti ma avete volutamente travisato le mi parole, sul fatto che questa storia della patente A1 sia "anti femmina" si stamuovendo un intero sindacato che conta migliaia di iscritti , un motivo ci sarà?

    Non potete negare l'evidenza, le donne difficilmente prendono la patente A1 a 16 anni e quindi tutte le donne che non sono portate o non amano andare in moto di conseguenza non potranno richiedere il f.r. a 17 anni e non potranno usufruire della possimilità, che accennava Mastrolindo, di mettere in pratica la teoria, e vero o no?

    L'esempio del calcio poi è talmente stupido che non merita risposta.

    @ mastrolindo

    Al senato la legge non verrà bocciata sappiamo bene chi c'è.... S...ani ...a buon intenditore poche parole...

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Gio 16 Lug 2009 - 13:50

    @ Mastrolindo

    Ti rispondo sui due punti nei quali siamo in disaccordo, il primo è quello riguardo ai disabili.
    Trovare una soluzione (un'apposito corso potrebbe essere una buona soluzione)che metta in condizione anche loro di poter dare l'esame di teoria a 16 anni, sarebbe l'deale.
    Ma chi lo fa questo corso, le autoscuole? Di sicuro no, perchè i costi sarebbero elevati in funzione del bacino di utenza e quindi non ci sarebbe guadagno, anzi il contrario, si potrebbe fare a spese dello stato allora, ma figuriamoci se lo stato tira fuori tutti quei soldi.
    Quanto poi a farlo esercitare realmente con la guida accompagnata, sarebbe un problema enorme perchè ci vorrebbe un'apposito veicolo adattato che bisognerebbe comprare in anticipo (investimento iniziale, assicurazione, bollo e quant'altro), in attesa di poterlo utilizzare quando prenderà la patente, questa è una cosa che se in teoria è fattibilissima, è molto dispendiosa ed antieconomica per il beneficio che darebbe e credo che saranno in pochissimi o addirittura nessuno a metterla in pratica. Quindi credo che anche per la guida accompagnata sarebbero comunque costretti a rivolgersi alle autoscuole e non credo che la gente abbia tutti questi soldi da spendere.


    Riguardo alle differenze sui cig, conseguiti a scuola piuttosto che in autoscuola, confesso di non sapere che ci fossero delle differenze, ma comunque io a quei dati non ci credo, vuoi dire che chi ha conseguito il patentino a scuola non sa rispettare il codice e chi l'ha fatto in autoscuola si? Ma per favore.
    L'esame che hanno sostenuto entrambi non è sempre lo stesso?
    Chi è andato nelle scuole a fare lezione? Non sono gli stessi insegnanti delle autoscuole e qualche vigile urbano?
    Allora mi dici che differenza c'è?

    Carmageddon
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 778
    Età : 44
    Località : Treviso
    Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da Carmageddon il Gio 16 Lug 2009 - 14:58

    mony, più che maschi/femmine è questione di conformazione del territorio: qui in pianura ci sono moltissime persone che vanno in moto, e quindi c'è una discreta percentuale di ragazze che si fanno la A (1,2,3). In posti montagnosi diventa tutto più difficile.

    La prima causa della scarsità di patentate A, comunque, la attribuisco ad una cosa che già hai ben constatato anche tu, cioè al mercato motoristico, che continua a proporre mezzi alti, dannatamente alti. Una femmina d'altezza media ha ben poco da scegliere se non vuole ballare sulle punte per andare in moto: Harley-Davidson 883, Kawasaki VN-900, Kawasaki er-6n al massimo, poi basta, le altre moto hanno la sella alta.
    Aggiungiamo anche il progressivo e inarrestabile aumento di cavalli e cilindrate (per cosa, poi... solo per pagare più soldi) che frena ancora di più l'utenza femminile che vorrebbe godersi sì una guida su una moto, ma ha paura di mezzi troppo potenti.

    mastrolindo
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Maschile
    Numero di messaggi : 127
    Età : 44
    Località : veneto
    Occupazione/Hobby : mtb,ciclismo,legno
    Data d'iscrizione : 27.04.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mastrolindo il Ven 17 Lug 2009 - 17:03


    caro zafira vedo che ti impegni a difendere una posizione a parer mio insostenibile. Devo dire che ti fa onore per la coerenza ma non per la sensibilità umana (in questo caso specifico si intente)
    Le autoscuole in italia hanno più di una volta agevolato categorie che si trovano in difficoltà, vedi il caso dei portatori di handicap. Nella maggior parte dei casi con l'aiuto dei consorzi e delle Provincie, anche con la forinitura dei mezzi tecnici. vedi vetture multi adattate. Quindi se c'è la buona volontà da parte di tutti a qualcosa si arriva.
    Per il secondo punto puoi anche non crederci hai dati, però sono ufficiali e pubblicati.
    In genere si rispetta ciò che si conosce, se le norme delle codice non si conoscono non si possono nemmeno rispettare.
    Il programma che il ministero ha imposto è scarno ed insufficente, anche loro se ne sono accorti e stanno cercando di metterci riparo. In più di una autoscuola le ore vengono per guesto motivo aumentate e gli allievi vengono mandati agli esami solo se preparati a dovere.Nelle scuole questa cosa non accade.
    Per cui l'esame è lo stesso, ma la preparazione è diversa quest'ultima e lo è anche perchè la preparazioni dei docenti è diversa.
    Nella stragrande maggioranza dei casi non sono gli insegnenti delle autoscuole a preparare gli allievi ma sono i docenti delle scuole (in genere quello di ginnastica) i quali non sono preparati a dovere e fanno classi di insegnamento con un numero di allievi ingestibile.
    Quindi è di fatto disattesa quella parte della norma che prevede che le ore di insegnamento siano svolte da insegnati delle autoscuole. Il motivo è molto semplice: perchè è uno dei pochi casi in cui lo stato apre il borsellino per cui qualche straordinario in più non quasta, di questo non possiamo fargliene una colpa.
    Non è finita così sarebbe altremodo lunga illustrare tutti i problemi che la gestione dei cig ha portato, tanto che ci metteranno mano nuovamente ed una delle proposte è quella che trovate nelle nuove norme in via di approvazione in Commissione Trasporti. Ma credemi ce ne sono tante altre.
    Quindi come diceva Toto: "Ma mi faccia il piacere" smile
    ciao

    mastrolindo
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Maschile
    Numero di messaggi : 127
    Età : 44
    Località : veneto
    Occupazione/Hobby : mtb,ciclismo,legno
    Data d'iscrizione : 27.04.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mastrolindo il Lun 20 Lug 2009 - 11:34

    Nuovo Codice della Strada: l'accordo non c'è quindi, come volevasi dimostrare, tutto rimandato almeno di un paio di mesi ( si parla di settembre).
    ciao

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Lun 20 Lug 2009 - 11:48

    mastrolindo ha scritto:
    caro zafira vedo che ti impegni a difendere una posizione a parer mio insostenibile. Devo dire che ti fa onore per la coerenza ma non per la sensibilità umana (in questo caso specifico si intente)


    No, mi dispiace, ma questa non te la lacsio passare, l'essere accusato di scarsa sensibilità nei confronti dei disabili, è un'accusa grave dalla quale prendo le dovute distanze.
    Fammi capire dove hai carpito dalle mie parole questa scarsa sensibilità?
    Io ho soltanto messo in evidenza i problemi oggettivi ai quali andrebbero incontro senza nessuno che li sostenesse a livello economico.

    mastrolindo ha scritto:
    Le autoscuole in italia hanno più di una volta agevolato categorie che si trovano in difficoltà,.

    Con questo cosa vuoi dire, che le autoscuole sarebbero disposte a lavorare in passivo? Non ci credo.



    mastrolindo ha scritto: Nella maggior parte dei casi con l'aiuto dei consorzi e delle Provincie, anche con la forinitura dei mezzi tecnici. vedi vetture multi adattate. Quindi se c'è la buona volontà da parte di tutti a qualcosa si arriva.

    Sarebbe un'ottima cosa, ma finchè non la vedo fare sarò scettico, io finora ho sentito solo belle parole, alle quali non sono seguiti i fatti.


    mastrolindo ha scritto:In più di una autoscuola le ore vengono per guesto motivo aumentate e gli allievi vengono mandati agli esami solo se preparati a dovere.Nelle scuole questa cosa non accade.
    Per cui l'esame è lo stesso, ma la preparazione è diversa


    Non diciamo fesserie, questo non fa la differenza, al limite hanno piu possibilità di superare l'esame, ma per quanto riguarda il comportamento su strada, fanno tutti paura.

    Carmageddon
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 778
    Età : 44
    Località : Treviso
    Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da Carmageddon il Lun 20 Lug 2009 - 12:21

    zafira ha scritto:
    mastrolindo ha scritto: Nella maggior parte dei casi con l'aiuto dei consorzi e delle Provincie, anche con la forinitura dei mezzi tecnici. vedi vetture multi adattate. Quindi se c'è la buona volontà da parte di tutti a qualcosa si arriva.

    Sarebbe un'ottima cosa, ma finchè non la vedo fare sarò scettico, io finora ho sentito solo belle parole, alle quali non sono seguiti i fatti.

    Qui a Treviso c'è una C3 apposita per i disabili; ora non so quali e quanti adattamenti abbia ma è usata per la B speciale. Zafira, dici che non sono seguiti i fatti perché lì da te non c'è alcun mezzo come questa C3? Come fate per la B speciale?

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Lun 20 Lug 2009 - 13:07

    Le macchine ci sono eccome, nella nostra autoscuola abbiamo una Panda multiadattata per le B speciali.
    Quello di cui si parlava è un'altro problema e cerco di spiegarmi meglio.
    Il discorso era nato per dare la stessa possibilità ai disabili di fare la giuda accompagnata a 17 anni, bene.
    Mentre tutti potranno esercitarsi su qualsiasi auto (quella di famiglia) e quindi gratis, i disabili purtroppo hanno bisogno soltanto di quella multiadattata e le famiglie per poterne disporre dovrebbero comprarla, oppure rivolgersi alle autoscuole comunque, le quali si fanno pagare e chi li ha i soldi per poter fare esercitare il figlio fino quando sarà arrivato il momento di prendere la patente?

    Era questo che volevo dire, ma che forse Mastrolindo non ha capito.

    mastrolindo
    Autista della domenica
    Autista della domenica

    Maschile
    Numero di messaggi : 127
    Età : 44
    Località : veneto
    Occupazione/Hobby : mtb,ciclismo,legno
    Data d'iscrizione : 27.04.09

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da mastrolindo il Lun 20 Lug 2009 - 16:28




    mastrolindo ha scritto:

    caro zafira vedo che ti impegni a difendere una posizione a parer mio insostenibile. Devo dire che ti fa onore per la coerenza ma non per la sensibilità umana (in questo caso specifico si intente)
    No, mi dispiace, ma questa non te la lacsio passare, l'essere accusato di scarsa sensibilità nei confronti dei disabili, è un'accusa grave dalla quale prendo le dovute distanze.
    Fammi capire dove hai carpito dalle mie parole questa scarsa sensibilità?
    Io ho soltanto messo in evidenza i problemi oggettivi ai quali andrebbero incontro senza nessuno che li sostenesse a livello economico.
    ---
    Sono felice che questa non me lasci passare e che ne prendi le dovute distanze. Facilmente sono io che ho frainteso quando hai scirtto :"Non vedo neanche nulla di male anche nei confronti dei poveri disabili, ai quali viene di fatto precluso (per ovvie ragioni) il diritto di potere anch'essi cominciare a guidare a 17 anni, non potendo conseguire la patente A, con tutta la solidarietà non vedo alcuna forma di ingiustizia terrena, per il semlice fatto che purtroppo non vi possono accedere, ma non perchè viene a loro negato". Sarei curioso di sapere quali sono le altre che invece mi hai fatto passare.


    mastrolindo ha scritto:

    Le autoscuole in italia hanno più di una volta agevolato categorie che si trovano in difficoltà,.
    Con questo cosa vuoi dire, che le autoscuole sarebbero disposte a lavorare in passivo? Non ci credo.
    ---
    Puoi non crederci, ma di fatto ci sono molteplici situazioni dove le autoscuole, in accordo con enti (comuni, provincie,regioni sia a stuto speciale che non) e varie associazioni hanno operato oltre che a prezzi "politici" anche gratuitamente. .



    mastrolindo ha scritto:
    Nella maggior parte dei casi con l'aiuto dei consorzi e delle Provincie, anche con la forinitura dei mezzi tecnici. vedi vetture multi adattate. Quindi se c'è la buona volontà da parte di tutti a qualcosa si arriva.
    Sarebbe un'ottima cosa, ma finchè non la vedo fare sarò scettico, io finora ho sentito solo belle parole, alle quali non sono seguiti i fatti.
    -------
    Vedi ho scoperto che l'Italia è molto varia non solo da regione a regione ma anche ad comune a comune, passando ovviamente dalle provincie. Per cui se è vero che a Milano,come dici tu, sono principalmente le autoscuole che si dotano dei veicoli necessari, in molteplici altri casi sono le Province, i comuni, le regioni che svolgono questo servizio in accordo con le autoscuole del luogo.
    Inoltre Ogni anno, in Italia, circa tremila disabili prendono la patente e altrettanti chiedono il rinnovo. Ma i potenziali guidatori, fra i portatori di handicap, sono molti di piu'. Da una recente indagine, infatti, e' emerso che ci sono almeno altre 200 mila persone che vorrebbero guidare e che non lo possono fare perche' non riescono a ottenere l'idoneita' alla guida. (dal Corriere della sera anno 2007 Ghezzi Marta) ed è proprio il pensiero espresso nel punto uno che non gli permette di poter raggiungere l'agogniata libertà di movimento.
    Per quanto riguarda i veicoli con i quali potersi esercitare con i genitori la normativa dovrebbe poter prevedere la possibilità di agevolazioni fiscali e di incentivazioni anche per i casi di questa discussione e non solo per chi cambia le proprie auto obsolete, in questo modo non si farebbe altro che anticipare l'evventuale acquisto.
    Poi ogniuno di noi non ha la soluzione in tasca però discuterne senerenamente credo che questo se lo possa fare, anche se non porterà a nulla.

    mastrolindo ha scritto:
    In più di una autoscuola le ore vengono per guesto motivo aumentate e gli allievi vengono mandati agli esami solo se preparati a dovere.Nelle scuole questa cosa non accade.
    Per cui l'esame è lo stesso, ma la preparazione è diversa
    Non diciamo fesserie, questo non fa la differenza, al limite hanno piu possibilità di superare l'esame, ma per quanto riguarda il comportamento su strada, fanno tutti paura.
    Questa non la commento dato che io nel mio lavoro ci credo.

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da zafira il Mar 21 Lug 2009 - 9:22

    @mastrolindo

    .Sono felice che questa non me lasci passare e che ne prendi le dovute distanze. Facilmente sono io che ho frainteso quando hai scirtto :"Non vedo neanche nulla di male anche nei confronti dei poveri disabili, ai quali viene di fatto precluso (per ovvie ragioni) il diritto di potere anch'essi cominciare a guidare a 17 anni, non potendo conseguire la patente A, con tutta la solidarietà non vedo alcuna forma di ingiustizia terrena, per il semlice fatto che purtroppo non vi possono accedere, ma non perchè viene a loro negato". Sarei curioso di sapere quali sono le altre che invece mi hai fatto passare.




    A me piace discutere, confrontarmi, capire, ma odio le polemiche e quando si parla seriamente, come in questo caso che si toccano temi delicati, detesto l'ironia.
    Stai sollevando volutamente un polverone, facendo prendere a questa discussione una piega che di sicuro io non volevo dare, ti invito a leggere piu attentamente i miei post e a dargli la giusta interpretazione.
    Riepiloghiamo un'attimo il tutto.
    Se dovesse andare in porto la guida accompagnata a 17, a mio avviso con tutta la buona volontà, che sia i privati, che le istituzioni ci possano mettere, comunque sia i disabili si troverebbero ad affrontare difficoltà materiali enormi, concordi almeno su questo oppure no?
    Nonostante Milano sia una delle città all'avanguardia e sensibile da questo punto di vista, tutti i marciapiedi sono dotati di scivoli per le carrozzine, ma non possono utilizzarli perchè sono sempre costantemente occupati da auto in sosta, se devono prendere un mezzo pubblico, (anche se questi sono adeguatamente attrezzati) oggettivamente diventa una cosa quasi impossibile, perchè starcolmi di gente che corre in qualsiasi direzione, per loro anche le cose piu semplici e banali diventano una difficoltà insormontabile.
    Secondo me il loro sogno è quello di poter vivere la quotidianità con un po piu di serenità e poter cominciare a guidare a 17, piuttosto che a 18 anni, per loro credo sia l'ultima delle preoccupazioni.


    Ultima modifica di zafira il Mar 21 Lug 2009 - 10:54, modificato 1 volta

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Qualcosa si sta muovendo

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 2:04


      La data/ora di oggi è Sab 10 Dic 2016 - 2:04