Condividere
Vedere l'argomento precedenteAndare in bassoVedere l'argomento seguente
Ospite
Ospite

il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Ven 20 Feb 2009 - 12:43
Uno studio scientifico ha dimostrato che anche i teenager più responsabili si prendono dei rischi inaccettabili durante la guida per colpa dell’aggressività che li fa andare troppo veloci, della distrazione o delle cattive abitudini come scrivere sms o parlare al telefonino durante la guida. Solo una questione di cultura ed educazione? No, il problema è che il cervello degli adolescenti non è ancora abbastanza maturo per la guida, dichiarano illustri ricercatori alla rivista Brainlink.

Si stima che i teenager dai 16 ai 17 anni abbiano una probabilità tre volte superiore rispetto a quelli tra i 18 e i 19 anni di rimanere coinvolti in un incidente stradale, e che il picco di rischio corrisponda ai primi 30 giorni di patente o patentino, con una discesa del rischio di incidente lenta e costante da quel momento in poi.



“Sembra una banalità che man mano che aumenta l’esperienza diminuisca il rischio, ma la questione è più complessa di quanto non appaia”, spiega Laurence Steinberg della Temple University di Filadelfia. “Se infatti mettiamo a confronto neopatentati di 26 anni e di 16, i teenager hanno una tendenza all’incidente stradale drammaticamente superiore”.



A quanto pare, c’è una ragione fisiologica dietro all’incoscienza alla guida dei teenager. Spiega Jeffrey Weiss dell’University of Arizona College of Medicine: “La zona del cervello nota come corteccia pre-frontale, che è responsabile della pianificazione e della elaborazione delle decisioni, non è pienamente sviluppata nei teenager, e si sviluppa pienamente attorno ai 20 anni. In altre parole, il fatto che un teenager passi l’esame di guida per patente o patentino non vuol dire che il suo cervello sia pronto alla guida”.



I consigli per minimizzare il rischio comunque? Scegliere i cd da ascoltare in auto prima di partire, limitare il numero di passeggeri, accostare quando si vuole scrivere un sms o fare una telefonata.

Allora mi chiedo le nostre associazioni di categoria hanno chiesto il f.r. a 16 anni con lo scopo d'incrementare il lavoro, sicuramente, ma hanno tenuto conto di questo aspetto?
avatar
Admin
Admin
Maschile
Numero di messaggi : 516
Età : 41
Località : Campi Bisenzio Firenze
Occupazione/Hobby : Insegnante Istruttore di guida e Consulente Automobilistico.... Hobby Pilota Aereo Ulm Biposto, Tecnologia in generale,
Umore : Dipende... tipicamente stabile
Data d'iscrizione : 28.01.08
Vedi il profilo dell'utentehttp://www.lanostrautoscuola.eu

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Ven 20 Feb 2009 - 15:59
Ciao Monica.. quello che hai postato è molto interessante.. appena ho un minuto rispondo.
Ma gradirei di leggere nei vostri post, interventi scritti da voi e non di articoli presi a spasso per il web.. yahoo.. google..ecc...ecc.
Cercate di proporre quello che pensate con le vostre parole e non con quelle di altri.
avatar
Campione del volante
Campione del volante
Femminile
Numero di messaggi : 778
Età : 45
Località : Treviso
Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
Data d'iscrizione : 29.01.08
Vedi il profilo dell'utentehttp://www.carmageddon.it

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Ven 20 Feb 2009 - 18:49
Difatti ho sempre espresso disappunto per quella proposta, rimasta tale, per fortuna:
Se le assicurazioni considerano una "guida non esperta" quella condotta da chi non ha superato i 26 anni d'età, ci sarà un buon motivo, no? smile


Io però non parlerei di cervello in sé, come fosse un osso che non ha ancora raggiunto la massima estensione, ma di educazione: tutti a dire dei 16enni, ma le loro care mammine nessuno le va a considerare? Molto spesso son più maleducate loro dei loro figlioli... e allora che dire? E' ancora una volta l'educazione familiare, a fare di un futuro conducente un buon conducente; a mio avviso la dotazione individuale di "sale in zucca" è determinante sì e no al 20%.





P.S.: Mandry, non ti offendere ma il nuovo banner della home lo trovo bruuuuttooooo No
Meglio quello di prima ^^
avatar
Autista affermato
Autista affermato
Femminile
Numero di messaggi : 214
Età : 45
Località : FIRENZE
Occupazione/Hobby : studentessa hobby lettura cinema teatro musica quiz TV
Umore : Buono
Data d'iscrizione : 01.02.08
Vedi il profilo dell'utente

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Ven 20 Feb 2009 - 19:02
A me invece piace.Non sono d'accordo , i genitori non c'entrano , non sono sempre con i figli.


Ultima modifica di Monica il Ven 20 Feb 2009 - 22:37, modificato 2 volte
avatar
Autista affermato
Autista affermato
Femminile
Numero di messaggi : 219
Età : 39
Località : roma
Occupazione/Hobby : Hobbies: motori, armi
Data d'iscrizione : 16.09.08
Vedi il profilo dell'utente

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Ven 20 Feb 2009 - 21:03
monica p ha scritto:Uno studio scientifico ha dimostrato che anche i teenager più responsabili si prendono dei rischi inaccettabili durante la guida per colpa dell’aggressività che li fa andare troppo veloci, della distrazione o delle cattive abitudini come scrivere sms o parlare al telefonino durante la guida. Solo una questione di cultura ed educazione? No, il problema è che il cervello degli adolescenti non è ancora abbastanza maturo per la guida, dichiarano illustri ricercatori alla rivista Brainlink.

Si stima che i teenager dai 16 ai 17 anni abbiano una probabilità tre volte superiore rispetto a quelli tra i 18 e i 19 anni di rimanere coinvolti in un incidente stradale, e che il picco di rischio corrisponda ai primi 30 giorni di patente o patentino, con una discesa del rischio di incidente lenta e costante da quel momento in poi.



“Sembra una banalità che man mano che aumenta l’esperienza diminuisca il rischio, ma la questione è più complessa di quanto non appaia”, spiega Laurence Steinberg della Temple University di Filadelfia. “Se infatti mettiamo a confronto neopatentati di 26 anni e di 16, i teenager hanno una tendenza all’incidente stradale drammaticamente superiore”.



A quanto pare, c’è una ragione fisiologica dietro all’incoscienza alla guida dei teenager. Spiega Jeffrey Weiss dell’University of Arizona College of Medicine: “La zona del cervello nota come corteccia pre-frontale, che è responsabile della pianificazione e della elaborazione delle decisioni, non è pienamente sviluppata nei teenager, e si sviluppa pienamente attorno ai 20 anni. In altre parole, il fatto che un teenager passi l’esame di guida per patente o patentino non vuol dire che il suo cervello sia pronto alla guida”.



I consigli per minimizzare il rischio comunque? Scegliere i cd da ascoltare in auto prima di partire, limitare il numero di passeggeri, accostare quando si vuole scrivere un sms o fare una telefonata.

Allora mi chiedo le nostre associazioni di categoria hanno chiesto il f.r. a 16 anni con lo scopo d'incrementare il lavoro, sicuramente, ma hanno tenuto conto di questo aspetto?

Io ho dei conoscenti di trent'anni che guidano così, credo che ormai non cambieranno più Suspect
avatar
Admin
Admin
Maschile
Numero di messaggi : 516
Età : 41
Località : Campi Bisenzio Firenze
Occupazione/Hobby : Insegnante Istruttore di guida e Consulente Automobilistico.... Hobby Pilota Aereo Ulm Biposto, Tecnologia in generale,
Umore : Dipende... tipicamente stabile
Data d'iscrizione : 28.01.08
Vedi il profilo dell'utentehttp://www.lanostrautoscuola.eu

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Sab 21 Feb 2009 - 0:06
Carmageddon ha scritto:Difatti ho sempre espresso disappunto per quella proposta, rimasta tale, per fortuna:
Se le assicurazioni considerano una "guida non esperta" quella condotta da chi non ha superato i 26 anni d'età, ci sarà un buon motivo, no? smile


Io però non parlerei di cervello in sé, come fosse un osso che non ha ancora raggiunto la massima estensione, ma di educazione: tutti a dire dei 16enni, ma le loro care mammine nessuno le va a considerare? Molto spesso son più maleducate loro dei loro figlioli... e allora che dire? E' ancora una volta l'educazione familiare, a fare di un futuro conducente un buon conducente; a mio avviso la dotazione individuale di "sale in zucca" è determinante sì e no al 20%.





P.S.: Mandry, non ti offendere ma il nuovo banner della home lo trovo bruuuuttooooo No
Meglio quello di prima ^^

Si quoto il logo è da rivedere..
avatar
Campione del volante
Campione del volante
Femminile
Numero di messaggi : 778
Età : 45
Località : Treviso
Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
Data d'iscrizione : 29.01.08
Vedi il profilo dell'utentehttp://www.carmageddon.it

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Lun 23 Feb 2009 - 16:53
Monica ha scritto:Non sono d'accordo , i genitori non c'entrano , non sono sempre con i figli.

Eh, insomma... oramai fino ai 30 anni i figli non vanno via di casa...coi tempi che corrono, poi...
avatar
Autista affermato
Autista affermato
Femminile
Numero di messaggi : 214
Età : 45
Località : FIRENZE
Occupazione/Hobby : studentessa hobby lettura cinema teatro musica quiz TV
Umore : Buono
Data d'iscrizione : 01.02.08
Vedi il profilo dell'utente

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Lun 23 Feb 2009 - 19:34
No , non sono sempre con loro quando guidano , è un po' come quella proposta che si era fatta qualche tempo fa , di penalizzare le autoscuole e gli esa minatori che danno la patente ai giovani che commetton infrazioni e fanno incidenti , non ha senso.
avatar
Autista affermato
Autista affermato
Femminile
Numero di messaggi : 219
Età : 39
Località : roma
Occupazione/Hobby : Hobbies: motori, armi
Data d'iscrizione : 16.09.08
Vedi il profilo dell'utente

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Lun 23 Feb 2009 - 20:14
Monica ha scritto:No , non sono sempre con loro quando guidano , è un po' come quella proposta che si era fatta qualche tempo fa , di penalizzare le autoscuole e gli esa minatori che danno la patente ai giovani che commetton infrazioni e fanno incidenti , non ha senso.

Sono daccordo con te, io credo che chi guida debba essere considerato responsabile al 100% dell'andamento del veicolo, dal momento che una persona ha conseguito la patente (che, tra l'altro, in Italia si può ottenere solo dopo il raggiungimento della maggiore età) non vedo perchè delegare ad altri eventuali responsabilità anche solo morali.

Sicuramente l'educazione ricevuta in famiglia influisce sul comportamento nella società e di conseguenza nella guida, giacché credo che chi se ne frega dell'incolumità sua e degli altri al volante si comporti nel medesimo modo in tutte le situazioni, però il buon senso si acquisisce in tanti modi, e poi non credo che ci siano dei genitori che incitano i figli a bere e poi a guidare, tanto per dirne una.
avatar
Campione del volante
Campione del volante
Maschile
Numero di messaggi : 807
Età : 58
Località : Milano
Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
Data d'iscrizione : 05.02.08
Vedi il profilo dell'utente

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

il Mar 24 Feb 2009 - 10:05
Non c'era sicuramente bisogno delle ricerche di esperti luminari, per capire che dall'età adolescenziale, fino al raggiungimento di un'età che dia un po di maturità all'individuo, tutto quello che fanno è all'insegna dell'esibizionismo, dovuto ad un desiderio di affermazione, che è nella natura umana.
La guida richiede capacità, responsabilità, valutazione dei pericoli, che fa a pugni con l'inesperienza e l'incoscienza che sono le caratteristiche dei giovanissimi.

Tutti lo siamo stati, dal mio punto di vista posso dire che in un paio di milioni di chilometri che ho percorso in trent'anni di patente non mi è mai successo niente, ma solo perchè sono stato fortunato.
Quello che abbiamo potuto combinare con le auto, quando eravamo in gruppo ed anche quando ero da solo, a persarci adesso mi fa venire la pelle d'oca, eppure l'alcool per noi non esisteva e delle droghe ne ignoravamo completamente l'esistenza, venivamo da famiglie con un'educazione ferrea e patriarcale, voglio dire che non c'erano elementi che giustificassero questo nostro modo di fare.
Eravamo semplicemete troppo giovani per capire quali fossero i rischi a cui andavamo incontro, figuriamoci adesso che il parco auto circolante si è quintuplicato e droga ed alcool fanno quasi parte della quotidianità.

In conclusione voglio dire che la guida dovrebbe essere esclusiva di persone adulte e responsabili, i quali però a loro volta sono stati giovani e relativamente incoscienti.
Contenuto sponsorizzato

Re: il cervello dei teenager è strutturalmente inadatto alla guida

Vedere l'argomento precedenteTornare in altoVedere l'argomento seguente
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum