La Nostra Autoscuola

    Il Rally la sua storia e le sue regole

    Condividere

    Ospite
    Ospite

    Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Ospite il Gio 21 Feb 2008 - 14:49

    Per chi ha passione per questa disciplina perchè l'ha praticata, la pratica tuttora o semplicemente ne è interessato apro questo topic al quale io contribuirò solo con immagini o link e lascio spazio invece a chi può contribuire con le spiegazioni e le curiosità sulla materia in questione. Wink

    Ospite
    Ospite

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Ospite il Gio 21 Feb 2008 - 14:50



    Per il momento non riesco a ridimensionare le immagini...se nella grandezza in cui le inserisco creano problemi ridimensionatele pure come è meglio smile

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da zafira il Gio 21 Feb 2008 - 15:55

    Cominciamo ad accennare cos'è.
    Il rally è una gara che si estende su un percorso di milti chilometri dai 200 o 300 dei rally di validità nazionale a qualche migliaio di chilometri per quelli validi per il campionato del mondo "WRC"(World Rally Championship )
    Il suo percorso è composto, da tratti chiamati "Prove speciali" che sono tratti di strade normalissime di tutti i giorni tortuose e piene di insidie, che per l'occorrenza vengono chiuse al traffico dove si parte uno alla volta a distanza di 1 minuto l'una dall'altra dove bisogna dare il massimo perchè verra cronometrata.
    Il piazzamento finale sarà il risultato della somma dei tempi delle prove speciali.

    Ma non sono tutte prove speciali, ma tra l'una e l'altra vi sono le tappe di trasferimento, dove si circola normalmente come tutte le altre auto dove bisogna rigorosamente rispettare il codice della strada (ci sono o dovrebbero esserci appositi ispettori per verificarlo)
    Nelle tappe di trasferimento si allestiscono i parchi assistenza dove gli equipaggi si riposano, mentre i meccanici sistemano l'auto (cambio gomme, rifornimenti, riparazioni di danni ecc) (quello che facevo io) preparando la macchina per la prossima prova speciale e così via.

    Per oggi direi che basta perchè devo andare a lavorare, domani vi parlerò dell'importanza del navigatore e delle regole di gara.

    Ciao

    Ospite
    Ospite

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Ospite il Lun 25 Feb 2008 - 20:57

    Guardate un pò qui...si volaaaaaa Very Happy

    http://www.youtube.com/watch?v=qDi0MZJZ-w0

    io
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 3878
    Età : 32
    Località : LC
    Occupazione/Hobby : Studentessa
    Data d'iscrizione : 28.01.08

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da io il Lun 25 Feb 2008 - 21:06

    bello il video. 26agosto, come mai questa passione per il rally?

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da zafira il Mar 26 Feb 2008 - 9:26

    Quel video, col rally non ha niente a che vedere, quel genere di prodezze, così come i numeri degli stuntman sono solo fenomeni da baraccone, che sono ammirati dalla grande massa per la spettacolarità, ma i piloti veri sono tutt'altra cosa.

    Ospite
    Ospite

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Ospite il Mar 26 Feb 2008 - 12:02

    io ha scritto:bello il video. 26agosto, come mai questa passione per il rally?

    Ciao Io Very Happy
    è una cosa che mi sta attirando da poco...credo siano soprattutto i luoghi dove si svolge il rally ad interessarmi...i terreni impervi...e l'abilità per superarli...non so se mi spiego...nelle gare di formula uno c'è sicuramente abilità ma credo sia un qualcosa di diverso... Rolling Eyes

    Ospite
    Ospite

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Ospite il Mar 26 Feb 2008 - 12:08

    zafira ha scritto:Quel video, col rally non ha niente a che vedere, quel genere di prodezze, così come i numeri degli stuntman sono solo fenomeni da baraccone, che sono ammirati dalla grande massa per la spettacolarità, ma i piloti veri sono tutt'altra cosa.

    Ciao Zafira Very Happy
    sicuramente hai ragione... Wink
    mi chiedevo se per fare salti del genere le macchine vengono modificate...o se magari tutte le auto sono in gardo di farlo senza particolari conseguenze...comunque non ho intenzione di provarci con la mia, quindi mi fiderò della risposta Laughing

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da zafira il Mar 26 Feb 2008 - 14:22

    Brava hai colto nel segno, il rally è quanto di più completo e bello che ci possa essere a mio avviso mel mondo dei motori.
    L'abilità del rallysta consiste nell'affrontare qualsiasi avversità che si incontra contando sulle proprie capacità d'improvvisazione, ha uno stile di guida tipicamente rallystico, quindi tutto improntato sulle derapate, controsterzi e provocare di proposito sbandate controllate al fine di sfruttarle in maniera ottimale, in pratica un rallysta è un pilota completo senza nulla togliere ai pistaioli (chi corre in pista), loro hanno tutt'altro genere di guida, quella deve essere la più pulita (lineare) possibile per sfruttare al massimo la velocità, la pista devi conoscerla a memoria e le cose da fare devono essere sempre le stesse e identiche, senza nessuno spazio all'improvvisazione, altrimenti sei fuori in un'istante.

    Per finire le auto da rally, si differenziano in varie classi a seconda degli stadi di elaborazione, ma tutte sono rinforzate nella telaistica, altrimenti non sarebbero in grado di resistere a quelle sollecitazioni.
    Quel salto del video comunque distrugge l'auto anche la più rinforzata, dopo un salto simile la scocca subìsce una grossa deformazione, poi dipende dalla violenza e dall'angolazione con cui tocca terra.

    Perciò tieniti la tua bella macchinina, trattala bene e non farti venire strane idee, quella è un'altra roba.

    Ciao bella

    Ospite
    Ospite

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Ospite il Mar 26 Feb 2008 - 14:27

    Grazie della spiegazione

    Contenuto sponsorizzato

    Re: Il Rally la sua storia e le sue regole

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 4:55


      La data/ora di oggi è Ven 9 Dic 2016 - 4:55