La Nostra Autoscuola

    ma queste liberalizzazioni...?

    Condividere

    Dilki
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 4033
    Età : 34
    Località : ROMA Caput Mundi
    Occupazione/Hobby : ogni tanto lavoro,ogni tanto studio,troppo spesso cazzeggio/leggere, scrivere, equitazione, foto
    Umore : al momento me stresso e me rattristo :(
    Data d'iscrizione : 03.02.08

    ma queste liberalizzazioni...?

    Messaggio Da Dilki il Sab 14 Giu 2008 - 14:51

    Ma voi che ne pensate delle liberalizzazioni?
    In generale, ma in particolare in questo settore?

    maxwell
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 424
    Età : 56
    Località : Nord-Est
    Occupazione/Hobby : Insegnante/Istruttore di scuola guida; Musica,Viaggi,Motori,Tanta aria aperta.
    Umore : sereno e tranqui entro le 10 guide,oltre .....impegnato in tecniche di autorilassamento orientali
    Data d'iscrizione : 13.04.08

    Re: ma queste liberalizzazioni...?

    Messaggio Da maxwell il Dom 15 Giu 2008 - 0:39

    Dilki ha scritto:Ma voi che ne pensate delle liberalizzazioni?
    In generale, ma in particolare in questo settore?

    Una volta,quando ero un illuso e un romantico,e credevo nella bontà degli uomini,ero uno statalista accentratore convinto,pensavo che lo stato dovesse porsi al di sopra di tutto e far sue quelle competenze che rivestono importanza generale e riguardano la molteciplità dei cittadini,di più,pensavo che lo stato dovesse provare a far addirittura concorrenza ai privati sulle prestazioni di certi servizi,vedi i trasporti ad esempio,poi Alitalia,IRI,FS,varie banche a controllo statale che hanno rovinato un pò di gente,Enti inutili di ogni specie,e tanto altro,mi hanno fatto cambiare idea.
    Ora,che lo stato è sempre più un pachiderma che sopravvive a se stesso,incapace di dare risposte chiare e immediate e incapace sopratutto di gestire qualsiasi cosa che non sia la sua casta e i suoi privilegi,lasciando i cittadini e la nazione alla mercè di poche corporazioni/multinazionali/istituzioni,che fanno il bello e il cattivo tempo senza preoccuparsi di dove sta andando questa italietta,sono convinto che le liberizzazioni siano l'unica possibilità alternativa,che ci consentirà di tirare ancora qualche ultimo respiro prima del collasso totale della nazione,(si lo so sono pessimista ,ma non vedo niente di buono all'orrizzonte,mi spiace).
    Questo per far si che almeno liberalizzando, si crei una seria concorrenza che alla fine faccia un pò scendere i prezzi dei beni e dei servizi,sembra al momento l'unica via di salvezza per i redditi fissi strangolati dal caro-vita;sia perchè,non si sa mai,si possa innescare un circolo virtuoso che alla fine migliora le prestazioni e i servizi,ci vuole poco a far meglio dello stato in materia di sanità/previdenza/pubblico impiego....
    Per le autoscuole,non vedo la differenza,a meno di non invocare le liberalizzazioni per le altre categorie e chiamare fuori la propria,certo che se liberalizzano "solo"le autoscuole e poi,un taxi lo pago un occhio,il pieno di benza lo pago uguale ovunque salvo differenze di pochi spiccioli,al supermercato posso acquistare solo tantum verde e aspirina,una visita specialistica la pago uguale in qualsiasi clinica,mia figlia non potrà mai fare l'avvocato perchè non è figlia di avvocati,per non parlare dei notai....e via così...allora che liberalizzazioni sono?
    Come diceva quel tale...a proposito del culo degli altri? lol!
    hi

      La data/ora di oggi è Gio 8 Dic 2016 - 7:03