La Nostra Autoscuola

    ...quante guide?...

    Condividere

    Caligola
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 1245
    Età : 28
    Località : Hamburg
    Occupazione/Hobby : musica-predicare
    Umore : gajardo
    Data d'iscrizione : 17.02.08

    ...quante guide?...

    Messaggio Da Caligola il Mer 7 Mag 2008 - 1:09

    Mi trovo in una posizione delicata...
    Oggi il titolare, ovvero suo figlio, mi ha redarguito sul fatto che gli allievi affidatimi fanno poche guide; premetto che da Gennaio ho portato agli esami 15 persone, 14 hanno conseguito la patente, una no (la famigerata Tatjana...).
    L´antefatto: un allievo, tal B., mi é stato affidato da M. (il figlio del titolare, ndr) poiché aveva avuto uno screzio e non intendeva continuare a fargli da insegnante. B. era preparato, estremamente preparato, sicuramente in grado di superare gli esami. Aveva fatto qualcosa come 45 ore di guida, che a prima vista possono sembrare un´infinitá, ma in fondo necessarie per poter superare gli esami considerata la qualitá di guida richiesta agli esami qui in Germania. Bene, con me ha fatto altre 5 ore di guida, lo ho presentato agli esami, promosso. Come era giusto che accadesse. In Italia, qualsiasi titolare sarebbe stato soddisfatto di aver sfornato un´altro patentato, un allievo soddisfatto é un potenziale fornitore di nuovi allievi. L´unica pubblicitá veramente efficace per qualsiasi autoscuola. O perlomeno io la vedo cosí. A quanto pare solo io sono di questo parere. Secondo M. lo dovevo sfruttare di piu, "non siamo mica un´opera di beneficenza", queste le sue testuali parole. Mi sono poi confidato con il mio collega, anche lui dipendente, pure lui mi ha fatto notare che, per ovvi motivi, bisogna esagerare nel fare le guide. Ora, se la mia intenzione fosse quella di rimanere dipendente a vita sceglierei anch´io questo modus operandi, ma siccome é mia intenzione di mettermi in proprio, o un personalissimo interesse che gli allievi affidatimi se ne vadano via contenti e soddisfatti; a Marzo 2009 termino il mio periodo obbligatorio di apprendistato che deve trascorrere per poter ottenere l´abilitazione per poter divenire conduttore di attivitá. É ovvio che una volta ottenuta l´abilitazione, confido nel fatto che molti divengano ambasciatori del mio modo di lavorare, e che quindi non dovró patire in modo particolarmende doloroso le difficoltá di ogni novizio. É chiaro che, sotto questo punto di vista, stó in questo modo sfruttando il mio datore di lavoro. Lavoro bene, mi comporto bene solo e solamente per un mero tornaconto personale. Neanche io sono un´opera di beneficenza....
    Dei nuovi iscritti, quasi tutti esprimono il desiderio di voler fare le guide con me, ma é compito del titolare smistarli fra noi tre istruttori in modo che ognuno ne abbia abbastanza per poter continuare a lavorare con uno stipendio decente, ed é giusto che sia cosí.
    Le ragioni del mio successo sono dovute al fatto che con me la gente si diverte. Funziona in questo modo: facciamo 4 corsi di teoria la settimana, alternandoci. Io lo vedo, che quando operano i miei colleghi gli allievi sono li che sbadigliano, guardano continuamente l´orologio ansiosi che giungano le fatidiche ore "20", il termine della lezione. Soprattutto con M., il figlio del titolare. Quando faccio lezione io, non é raro che facciano mezz´ora in piu, fra una risata e un´altra. E nessuno che se ne lamenti, o che risulti annoiato. Nella vita l´unica cosa che ho imparato a far bene é stato trattare con la gente, non só fare null´altro, ma in questo, modestamente, sono una spanna sopra a molti. Questo stato di cose crea naturalmente gelosie, tra l´altro comprensibili. L´italiota, con il suo fare mieloso, con il suo idioma "smozzicato" (benché abbia imparato abbastanza bene ad esprimermi, il tedesco rimane comunque una lingua piuttosto ostica e complicata), ha molto piu successo degli altri....
    Durante le ore di teoria gli allievi conoscono gli istruttori, quindi si rivolgono alla segretaria esprimendo il desiderio di voler iniziare a fare le guide con questo o quell´altro istruttore. La segretaria, con cui ho un´ottimo rapporto (non fraintendete, ve ne prego...), mi confida che la maggioranza vorrebbe fare le guide con me, i restanti con L., quasi nessuno con M .....
    Ora, dei circa trenta allievi affidatimi, perlomeno un terzo é giá maturo, pronto per sostenere gli esami con una ragionevole fondata speranza di poterli superare. Chi é del mestiere sá che la certezza al 100% nel nostro mestiere non esiste. Nessuno puó prevenire come reagirá l´allievo al momento degli esami, se saprá controllarsi, se sará in grado di mostrare le proprie capacitá all´esaminatore senza lasciarsi sopraffare dall´emozione. Ma a me piace andare sul sicuro, non ho alcuna intenzione di affidarmi alla fortuna, e soprattutto, non intendo dare l´impressione agli esaminatori che io non svolga bene il mio mestiere. Il problema é che molto probabilmente riusciranno a conseguire la patente spendendo circa la metá (piu o meno) di quelli affidati ai miei colleghi, e non só fino a che punto i miei padroni troveranno questa situazione "simpatica"...
    Economicamente parlando, non sono proprio quello che si definirebbe un "buon dipendente"...
    Prevedo che in un prossimo futuro avró delle difficoltá in questo senso, ed anche se sono sicuro che, se intendessero licenziarmi, non resterei un solo minuto senza lavoro (nel frattempo o avuto modo di conoscere meglio l´ambiente, saprei giá dove ed a chi rivolgermi per una nuova sistemazione), mi dispiacerebbe comunque abbandonare il "bacino" di utenti di cui avró bisogno per mettermi in proprio. É chiaro che ho intenzione di aprire la mia attivitá nelle vicinanze del mio attuale posto di lavoro, cercar fortuna in un posto dove si é assolutamente sconosciuti non sarebbe proprio un´idea felice...
    Dal mio punto di vista, bisogna andare incontro al cliente, io la vedo cosí. Quello che desidera la clientela é di poter conseguire la patente in tempi brevi e possibilmente ad un prezzo ragionevole; questo non significa assolutamente non considerare il fattore qualitá, solo non sfruttarli oltremodo come fossero limoni da spremere. Non é da escludere che il mio modo di vedere le cose possa rivelarsi infine solo una enorme presunzione, che alla fine mi faccia il nodo al cappio da solo e che debba dare ragione al modo di vedere le cose dei miei padroni, ma sono fermamente convinto che sono nel giusto e che il tempo mi confermi l´esattezza delle mie previsioni. Chi vivrá vedrá.... Suspect

    Carmageddon
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 778
    Età : 44
    Località : Treviso
    Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da Carmageddon il Mer 7 Mag 2008 - 15:52

    Purtroppo anche se hai ragione ti tocca fare 'sta marchetta fino a quando diventerai tu titolare, e allora saprai che la musica cambierà!
    Me li immagino quei poveri allievi mentre si sorbiscono il rosario e sbadigliano.... la peggio cosa al mondo.... Come si fa a ridurre così una delle cose più divertenti che esistano, cioè le cazzate in aula di teoria dopo un'intensa e pallosa giornata di lavoro/scuola?

    The Stig
    Neopatentato
    Neopatentato

    Numero di messaggi : 36
    Data d'iscrizione : 15.03.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da The Stig il Gio 8 Mag 2008 - 0:42

    Hi,
    vorrei fare tanto di cappello a Caligola. Ha esposto in maniera esemplare la sua etica (pienamente condivisibile) nonchè i suoi dubbi. Ti faccio notare, se me lo permetti, che è la tua stessa onestà intellettuale a dimostrare che ce la farai; come si evince dal tuo post, sai trattare i tuoi interlocutori al meglio.
    Complimenti.

    Dilki
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 4033
    Età : 34
    Località : ROMA Caput Mundi
    Occupazione/Hobby : ogni tanto lavoro,ogni tanto studio,troppo spesso cazzeggio/leggere, scrivere, equitazione, foto
    Umore : al momento me stresso e me rattristo :(
    Data d'iscrizione : 03.02.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da Dilki il Gio 8 Mag 2008 - 12:56

    Anche io penso che tu sia nel giusto e mi dispiace per la tua situazione, però visto che hai deciso di aprire un'attività tua tra meno di un anno, ti dico di stringere i denti! E penso che se tante persone vogliono fare le guide con te, non ti licenzieranno così facilmente, perchè anche se secondo loro porti la metà dei soldi, gliene porti cmq tantissimi!!

    Posso chiederti come mai ti sei traferito in Germania, visto che avevi tuo papà qui a Roma?
    Te lo chiedo nella mia piena ignoranza in materia, nel senso che magari è ovvio che in Germania sia meglio, ma io non lo so...

    senbee
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 393
    Località : Torino Beach
    Occupazione/Hobby : Autoscuolista
    Umore : Nonostante tutto, felice e positivo...talvolta, faticando!
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da senbee il Gio 8 Mag 2008 - 14:40

    Nulla da aggiungere, e nulla da contestare...anzi! Quante guide deve fare un allievo? SOLO quelle necessarie, senza, appunto, prenderlo per i fondelli! Diamine, se un allievo ti dà fiducia e si iscrive da te, devi meritartela trattandolo con tutto il rispetto e la correttezza del mondo!

    valeriadjseria
    Mod
    Mod

    Femminile
    Numero di messaggi : 2725
    Età : 28
    Località : Torino
    Occupazione/Hobby : studio giurisprudenza.hobby:palestra,musica anni 80,mondo delle autoscuole,guida in generale
    Umore : sempre col sorriso anche quando soffro!
    Data d'iscrizione : 30.01.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da valeriadjseria il Gio 8 Mag 2008 - 17:18

    scusa la domanda,caligola caro...ma quanto dura il periodo di apprendistato obbligatorio lassù in germania?Sono un po' ignorante in materia...


    _________________
    Life is a short trip
    The music's for the sad men
    Forever young, I want to be forever young
    Do you really want to live forever
    Forever and ever
    Forever young, I want to be forever young
    Do you really want to live forever
    Forever young

    (LA CANZONE PIU' IMPORTANTE PER ME)

    http://youtube.com/watch?v=GmcvVPDf08E
    la mia mitica palestra,il mio mitico amico Gianni!!!

    io
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 3878
    Età : 32
    Località : LC
    Occupazione/Hobby : Studentessa
    Data d'iscrizione : 28.01.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da io il Ven 9 Mag 2008 - 1:44

    The Stig ha scritto:pazienza vorrà dire che verrò bannato.

    Non preoccuparti, se libero di esprimere il tuo parere ed esporre dei problemi, senza paura di essere bannato. La cosa importante è esprimersi in modo educato e rispettare gli altri. Qui tutti gli utenti vengono trattati allo stesso modo. Comunque se hai dei problemi, poi segnarli a me o all'altro amministratore, mandry.

    @valeria: cerca di rispettare le regole e non andare off-topic, altrimenti nel forum si crea confusione. C'è la sezione apposita in cui puoi scrivere quello che vuoi! Very Happy

    Ho eliminato i messaggi off-topic e quelli in cui vi non vi siete espressi in maniera educata.

    zafira
    Campione del volante
    Campione del volante

    Maschile
    Numero di messaggi : 807
    Età : 57
    Località : Milano
    Occupazione/Hobby : Istruttore di guida, Carrozziere/meccanico, Hobby: Rally, ballo liscio, cucinare
    Data d'iscrizione : 05.02.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da zafira il Ven 9 Mag 2008 - 11:44

    Caro Caligola, se dovessi descriverti la mia situazione dovrei ripetere esattamente quello che hai scritto tu, con la variante che il mio titolare è assente nel vero senso della parola (non c'è mai) e si disinteressa dell'andamento della scuola, ma nel frattempo incassa.
    Siamo in 2 istruttori con auto identiche, io lavoro esattamente come te ed il mio collega in maniera opposta ed al capo sta bene perchè ha chi procura gli allievi col passaparola e chi li spreme con le guide.

    Però adesso si stanno verificando dei casi che dovrebbero farli riflettere entrambi.

    Sono ormai parecchi allievi che arrivano in autoscuola e prima dell'iscizione pongono come condizione, di essere affidati a me fino alla fine esame compreso, vedremo come andrà a finire, ma nel frattempo la tensione è palpabile.
    Pur essendo soddisfatto dall'approvazione che ricevo continuamente dagli allievi (l'unica cosa per me importante), ci sto male, perchè non è questo che volevo, avrei invece voluto un lavoro di squadra dove l'obiettivo principe dovrebbe essere l'insegnamento nel senso più pulito del termine.

    Carmageddon
    Campione del volante
    Campione del volante

    Femminile
    Numero di messaggi : 778
    Età : 44
    Località : Treviso
    Occupazione/Hobby : Polfer. Hobbies: Autoscuola, Videogames, Retrogames, Basso, Quad
    Data d'iscrizione : 29.01.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da Carmageddon il Mar 13 Mag 2008 - 16:52

    zafira, purtroppo l'autoscuola è un'azienda dove la concorrenza più pericolosa potrebbe addirittura risiedere all'interno dell'autoscuola stessa, piuttosto che con le altre autoscuole.
    Se si è creata la tendenza da parte dei nuovi allievi a "prenotare" te piuttosto che il tuo collega, ci sarà qualche motivo, no? Significa che quegli allievi che hai patentato hanno fatto il consueto passaparola coi loro amici, facendoti una pubblicità positiva.

    Comprendo il tuo stato d'animo: noi tutti vorremmo sempre un clima di pace e armonia con tutti, ma in un'azienda soprattutto a gestione privata ciò non è affatto facile, e in caso di perdita del posto di lavoro (non occorre per forza finire sulle gravi inadempienze: si potrebbe essere semplicemente in esubero) il titolare si pone davanti alla fatidica scelta "o tu o il tuo collega", e allora purtroppo si dovrà mettere da parte il nobile e poetico, ma ahimé spesso irrealistico sogno di stare tutti sempre bene e sempre uniti, per badare di più al rendimento individuale.

    Poi, come si è già detto altrove, non basta una buona preparazione di base, ma ci vuole anche affabilità e simpatia, e forse il tuo collega è meno dotato di te in questo senso...ma questa è solo una mia ipotesi.

    valeriadjseria
    Mod
    Mod

    Femminile
    Numero di messaggi : 2725
    Età : 28
    Località : Torino
    Occupazione/Hobby : studio giurisprudenza.hobby:palestra,musica anni 80,mondo delle autoscuole,guida in generale
    Umore : sempre col sorriso anche quando soffro!
    Data d'iscrizione : 30.01.08

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da valeriadjseria il Mar 13 Mag 2008 - 16:54

    Poi, come si è già detto altrove, non basta una buona preparazione di base, ma ci vuole anche affabilità e simpatia

    e aggiungerei...soprattutto capacità di sopportazione e di far sì che gli altri credano in se stessi senza abbattersi se qualcosa non va per il verso giusto


    _________________
    Life is a short trip
    The music's for the sad men
    Forever young, I want to be forever young
    Do you really want to live forever
    Forever and ever
    Forever young, I want to be forever young
    Do you really want to live forever
    Forever young

    (LA CANZONE PIU' IMPORTANTE PER ME)

    http://youtube.com/watch?v=GmcvVPDf08E
    la mia mitica palestra,il mio mitico amico Gianni!!!

    Contenuto sponsorizzato

    Re: ...quante guide?...

    Messaggio Da Contenuto sponsorizzato Oggi a 3:28


      La data/ora di oggi è Lun 5 Dic 2016 - 3:28